sabato 20 marzo 2010

Premetto, io non ho una craft room di quelle super ordinate e organizzate che si vedono in giro su certi blog, da fare invidia, ho una cameretta dove ho stipato il mondo intero.
Ieri sera aprendo l'armadio dedicato ai miei hobby, dove metto di tutto e di più, anzi direi che quasi è il ripostiglio di tutto quanto è in stand by, materiali vari, libri, e quant'altro non è di utilizzo recente...

frugando alla ricerca di un vecchio schema mi è capitata tra le mani questa borsettina sperduta nel marasma

e dentro ecco cosa ci ritrovo...

un pezzo del mio primo amore, il punto croce...  Ovviamente è un'opera incompiuta,  non ricordo neppure a quando risale ma vedo che il prezzo è ancora in lire,  mi aveva preso tantissimo visto che ho sempre adorato la lavanda e adesso in casa mia ci starebbe benissimo, il problema è che la base è lino e adesso da buona cecata non è proprio il massimo da fare, con i fili da contare per non andare a sghimbescio..
Il punto croce è stato l'inizio del mio ingresso nella creatività agli inizi del '90, un approccio un pò incerto visto che mi era stato "prescritto" dal medico, si proprio così, una terapia per compensare la parte femminile che non veniva espressa con la maternità, valli a capire gli strizzacervelli...  Ma pian piano si è impossessato del mio tempo libero e appena potevo ero lì a sfornare crocette su crocette.... una vera passione!!!
Questo è stato il primo lavoro in assoluto

un tenero quadretto per la cameretta dei bimbi, in attesa di arredarla per qualcuno...  ed è ancora appeso qui, di fianco a dove sono io adesso,
questi invece sono gli altri due quadri che ho in casa, unici ricordi di quel periodo...(all'epoca non sapevo che poi anch'io sarei stata una donnina che sfornava quilt)

All'inizio ricamavo su tela aida, sostituita poi dal lino, prima a trama rada e poi sempre più fitta, ma bellissimo come risultato.
I miei preferiti in assoluto sono gli schemi della Lavender & Lace, i suoi angeli da favola, come quest'angelo dell'inverno che ho fatto su commissione ma al quale ho lasciato il cuore, con delle delicatissime ali in lana d'angora...

E nascosti in fondo ad un cassetto ci sono ancora questi schemi nuovi nuovi... se li riguardo mi viene un pò di nostalgia...

3 commenti:

Teodo ha detto...

Il tuo è l' ARMADIO DEL TESORO.
ciao ciao

Francesca ha detto...

Però ogni tanto è bello scoprire qualcosa che ti porta nel mare dei ricordi! Sono emozioni da vivere! Buona domenica Rosy! Mi piace il caos del tuo armadio! Bacy, Francy

Micky ha detto...

Anche per me il punto croce è stato il mio primo amore! Ho giusto un paio di spaventapasseri da finire, ah l'angelo della primavera della Lavender è il mio preferito ma non ho mai avuto il coraggio di iniziarlo!

ps. ne so qualcosa di pellegrinaggi dai dottori, io giovedì visita maxillo facciale e speriamo che capiscano qualcosa!

 
http://i258.photobucket.com/albums/hh252/cicci61/miaa.gif